sabato 15 dicembre 2018   

Approfondimento

  
Campi e Esperienze estive 2017

 


 ESTATE RAGAZZI … a occhi aperti … 12- 30 giugno

 

Anche quest' anno estate ragazzi è andata secondo le aspettative, grazie alla bella armonia creatasi tra animatori e bambini. Lo scopo di estate ragazzi è quello di imparare il rispetto reciproco stando insieme e divertendosi sia tra animatori ma anche e soprattutto con i bambini. Per noi animatori, estate ragazzi è un‘occasione che ogni anno cogliamo assieme per viverla al meglio, mettendoci in gioco e prendendoci ognuno delle piccole responsabilità che ci aiutano a crescere. Quest' anno, reduci da cose che non erano funzionate gli anni scorsi, abbiamo cercato di fare dei miglioramenti per il funzionamento di estate ragazzi e pensiamo di aver ottenuto risultati significativi che hanno soddisfatto noi, i bambini e i genitori, ma comunque continueremo ad impegnarci per migliorare anno dopo anno...perchè in fondo dal bene nasce il meglio! Elena

CAMPO GIOVANISSIMI junior …camminando…. 28 luglio - 4 agosto

Il campo è sempre una preziosa occasione di fare nuove amicizie e rafforzare al meglio il rapporto col nostro gruppo. Quest’anno il tema era Into the wild, e come il protagonista del film, Chris McCandless, abbiamo fatto esperienza del camminare con lo zaino in spalla per sentieri immersi (o quasi) nella natura; abbiamo imparato ad apprezzare il silenzio, la bellezza delle piante e dei fiori, gli animali. Siamo partiti il 28 luglio da Badìa e siamo arrivati, dopo 5 giorni di cammino a Ospitale di Fanano per tornare poi a casa il 4 agosto. E’ stato un campo diverso dagli altri anni, ci siamo infatti spostati quasi ogni giorno, e la fatica del cammino e il peso dello zaino ci ha portati a confrontarci coi nostri limiti e a scoprire capacità nascoste. Abbiamo anche capito l’importanza della condivisione, dell’aiuto reciproco e del sostenersi a vicenda. Abbiamo avuto la possibilità di fare incontri preziosi, di sicuro il più toccante è stato quello coi ragazzi del CAS (centro di accoglienza straordinaria) di Villa Gaist (vicino a Tolè), un gruppo di 18 ragazzi tra i 18 e i 23 anni provenienti da diversi stati dell’Africa e che stanno aspettando che gli sia riconosciuto lo stato di rifugiati politici. Abbiamo condiviso con loro un pomeriggio di laboratori, giochi e una cena spettacolare preparata tutti insieme: un piatto africano e un piatto italiano (il loro riso era decisamente più buono). Da quella giornata ci portiamo di sicuro a casa la consapevolezza che la diversità non è un ostacolo ma una ricchezza. Non abbiamo solo camminato ovviamente, ci sono stati molti momenti di riflessione e di discussione tra noi e con gli educatori, ci siamo posti domande che nella quotidianità raramente ci facciamo: cosa vuol dire partire? Cosa è essenziale nella vita? In che tipo di società viviamo? Cosa dà gusto alla mia vita? Cosa vuol dire amare il prossimo? È stata un’avventura divertente e soprattutto formativa, con una bellissima compagnia.. saremmo pronti a ripartire! Gruppo Giovanissimi

CAMPO GIOVANISSIMI senior … con Libera … San Sebastiano Po (TO) 7–13 agosto

Dal 7 al 13 Agosto abbiamo partecipato ad un Campo di Libera a San Sebastiano Po (To), luogo in cui è situata Cascina Caccia, bene confiscato alle mafie. Da subito ci siamo trovati a nostro agio, sia con le persone che abitano nella cascina e gli animatori, sia con l'altro gruppo, venuto come noi per contribuire ai lavori. Parlando appunto di questi, c’è da dire che nel nostro piccolo crediamo di aver contribuito tanto a ciò che è ancora un “Work in progress” nel senso che, come ogni lavoro, necessita di tempo e di molte energie. Vista la coesione generale, i lavori non sono mai stati faticosi, o almeno non così tanto, ma la vera fatica a nostro avviso è stata un’altra. Oltre ai lavori vi era il cosiddetto "momento di Formazione”, grazie al quale tutti i presenti hanno avuto modo, attraverso anche interventi di persone competenti e operative nel campo della mafia, di conoscere meglio questa grande organizzazione criminale, della quale spesso si sanno poche cose e talvolta anche sbagliate. Dal nostro punto di vista è stata quella la fatica, rifarsi un’intera idea sul grande significato dietro alla parola “mafia”. Una delle tante cose che ci ha colpito è stata il rendersi conto, come forse farete voi dopo aver letto queste brevi righe, che involontariamente la mafia la supportiamo anche noi. Già, è questa la grande notizia che abbiamo faticato a capire. "Ma come, come possiamo favorirla?”, questa è stata la domanda di tutti a seguito dell’intervento di un membro di Libera Piemonte. Ebbene sì, ogni qualvolta, magari in un bar di fretta, decidiamo di non farci fare lo scontrino o non insistiamo perchè ci venga fatto, stiamo aiutando le mafie. Dunque, è vero che le mafie sono dentro le nostre vite quotidiane, motivo per il quale è necessario debellare l’ignoranza che alimenta il loro potere, ricordandosi che ognuno nel proprio piccolo può fare qualcosa di grande. L’esperienza si è rivelata piacevole e interessante sotto molti punti di vista, e tutti noi speriamo che altri possano gustare di un’ottima compagnia presso quel luogo, di lavoro certo, ma anche di salvaguardia contro chi non vuole il bene del nostro paese, ma unicamente il suo personale. Per questo vi consigliamo di provare un’esperienza con Libera, che oltre a darvi la possibilità di contribuire ad un progetto unico, vi aiuta a sollevare il velo di ignoranza e paura dietro il quale si cela la mafia. Giacomo

CAMPO MEDIE … con Harry Potter … Vermiglio (TN) 28 agosto – 2 settembre

Dal 28 agosto al 2 settembre il gruppo medie è stato impegnato nel campo con tema Harry Potter, a Vermiglio. Harry Potter è un ragazzo che scopre di essere un mago, pertanto di avere un talento speciale. Abbiamo capito, dopo questa esperienza, che ognuno di noi nasce con un talento e passo dopo passo impara più cose del Signore, ma anche di se stesso. Alcuni nascondono i propri talenti ma con coraggio ci si può mettere in gioco facendo del bene che, a sua volta, torna indietro. Infatti abbiamo capito che i talenti bisogna condividerli per moltiplicarli. Il meraviglioso c’è ovunque ma bisogna saperlo vedere, non è presente solo nelle cose speciali ma anche nelle piccole cose, che a volte non consideriamo poiché sempre sotto ai nostri occhi e a nostra disposizione. Ma la conclusione più importante a cui siamo giunti è che il meraviglioso dobbiamo trovarlo principalmente in noi stessi. Gruppo Medie

CAMPO CRESIMA … per imparare a volare … Campeggio di Monghidoro 4-9 settembre

Per chi non lo sapesse, per “campo” intendiamo una BELLA ESPERIENZA insieme, che si inserisce nel cammino dei vostri ragazzi. È un’esperienza molto importante perché rappresenta il proseguimento della preparazione a ricevere il sacramento della Cresima. Al campo, infatti si riprendono i temi e i contenuti trattati quest’anno, e necessari per ricevere il sacramento, un’occasione per lanciare la proposta del gruppo medie dell’anno prossimo ed ancora di più un’occasione di crescita dei ragazzi da un punto di vista di autonomia personale e un aiuto a maturare nelle dinamiche di gruppo e nel servizio. La condivisione del campo è anche con 7 ragazzi della Parrocchia di San Martino insieme ai loro catechisti. Gabriela


Indietro



    Accedi    Web credits