venerdì 25 maggio 2018   

Approfondimento

  
Donazione alla comunità messicana di Queretaro

 


26 Febbraio 2018

Riportiamo con immenso piacere la lettera di ringraziamento che suor Teresa Rinaldi ci ha inviato a seguito della donazione di Eur 4000 che la nostra Parrocchia ha fatto. E' il frutto dei tanti mercatini che abbiamo fatto in parrocchia (libri, dolci, liquorini e cianfrusaglie varie...) .

 

Carissima Valeria e Comunita di Ponte Ronca,

Grazie di cuore per la vostra generosa offerta di Euro 4,000.00 a favore di bambini, giovani e adulti più necessitati di questo caro e sofferto popolo messicano. Le attività che attualmente portiamo avanti nella periferia di Queretaro, assieme ad altre due sorelle, una messicana e una brasiliana, sono orientate principalmente alla formazione di bambini, adolescenti e giovani in tutte le dimensioni della vita. Stiamo iniciando un progetto che beneficierà circa 35 bambini e le loro famiglie in un contesto di molta povertà e violenza. Offriamo  il pranzo di mezzogiorno e una merenda e li intratteniamo fino alle 5 del pomeriggio per aiutarli a fare i compiti, trasmettere valori umani e cristiani sia a loro che ai loro genitori.

Collaboro attivamente anche con la Casa del Migrante nell’accoglienza dei migranti e portando ogni settimana alimenti, vestiti, prodotti di igiene personale ecc.

Qui non solo non si ricevono aiuti pubblici, ma i migranti sono perseguitati dalla polizia, da enti governativi  e dai narcotrafficanti che li secuestrano per chiedere riscatti alle loro famiglie o per obligarli a servirli.

Le case per Migranti gestite dalla Chiesa vivono principalmente di donativi e alcune devono chiudere per mancanza di fondi.

Solo per dare un esempio, giorni fa oltre 500 migranti sono stati riscattati da vari sequestri ma non sono stati riconosciuti come vittime e non hanno nemmeno permesso di andare nelle case di accoglienza. Solo per  l’impegno di un gruppo che lavora a loro favore circa una metà sono stati protetti e non li hanno rinviati ai loro paesi di origine dai quali fuggono per sopravvivere sia per le condizioni economiche sia perche minacciati dai gruppi criminali.

Poco tempo fa anche nella nostra Casa di Accoglienza abbiamo ricevuto 10 migranti che erano stati vittima di secuestro vicino a noi e anche torturati.

Con la política degli Stati Uniti sono sempre piu i migranti che chiedono in Messico la condizione di rifugiati.

Come ci ricorda Papa Francesco la crisi umanitaria che genera tutte queste migrazioni in tante parti del mondo è l’olocausto del nostro tempo.

In ogni parte del mondo lavorare perchè il Regno di Dio si faccia presente significa lottare contro tante forze contrarie ma anche generare vita e speranza. Ogni iniziativa genera vita e risurrezione gia in questa vita. Grazie per contribuire a realizzare queste Risurrezioni!!!!

Con tanto affetto e riconoscenza a ciascuna e ciascuno un abbraccio 

   Teresa Rinaldi

Queretaro, 26 febbraio 2018

 

 

 


Indietro



    Accedi    Web credits