domenica 24 settembre 2017   

Homepage

  

 

  • Si raccoglie cibo non deperibile per i bisognosi. Attualmente necessitiamo principalmente di OLIO, TONNO e PELATI.   

 scarica il bollettino parrocchiale di settembre 2017

 


 ESPERIENZE ESTIVE

ESTATE RAGAZZI … a occhi aperti … 12- 30 giugno

Anche quest' anno estate ragazzi è andata secondo le aspettative, grazie alla bella armonia creatasi tra animatori e bambini. Lo scopo di estate ragazzi è quello di imparare il rispetto reciproco stando insieme e divertendosi sia tra animatori ma anche e soprattutto con i bambini. Per noi animatori, estate ragazzi è un‘occasione che ogni anno cogliamo assieme per viverla al meglio, mettendoci in gioco e prendendoci ognuno delle piccole responsabilità che ci aiutano a crescere. Quest' anno, reduci da cose che non erano funzionate gli anni scorsi, abbiamo cercato di fare dei miglioramenti per il funzionamento di estate ragazzi e pensiamo di aver ottenuto risultati significativi che hanno soddisfatto noi, i bambini e i genitori, ma comunque continueremo ad impegnarci per migliorare anno dopo anno...perchè in fondo dal bene nasce il meglio! Elena

CAMPO GIOVANISSIMI junior …camminando…. 28 luglio - 4 agosto

Il campo è sempre una preziosa occasione di fare nuove amicizie e rafforzare al meglio il rapporto col nostro gruppo. Quest’anno il tema era Into the wild, e come il protagonista del film, Chris McCandless, abbiamo fatto esperienza del camminare con lo zaino in spalla per sentieri immersi (o quasi) nella natura; abbiamo imparato ad apprezzare il silenzio, la bellezza delle piante e dei fiori, gli animali. Siamo partiti il 28 luglio da Badìa e siamo arrivati, dopo 5 giorni di cammino a Ospitale di Fanano per tornare poi a casa il 4 agosto. E’ stato un campo diverso dagli altri anni, ci siamo infatti spostati quasi ogni giorno, e la fatica del cammino e il peso dello zaino ci ha portati a confrontarci coi nostri limiti e a scoprire capacità nascoste. Abbiamo anche capito l’importanza della condivisione, dell’aiuto reciproco e del sostenersi a vicenda. Abbiamo avuto la possibilità di fare incontri preziosi, di sicuro il più toccante è stato quello coi ragazzi del CAS (centro di accoglienza straordinaria) di Villa Gaist (vicino a Tolè), un gruppo di 18 ragazzi tra i 18 e i 23 anni provenienti da diversi stati dell’Africa e che stanno aspettando che gli sia riconosciuto lo stato di rifugiati politici. Abbiamo condiviso con loro un pomeriggio di laboratori, giochi e una cena spettacolare preparata tutti insieme: un piatto africano e un piatto italiano (il loro riso era decisamente più buono). Da quella giornata ci portiamo di sicuro a casa la consapevolezza che la diversità non è un ostacolo ma una ricchezza. Non abbiamo solo camminato ovviamente, ci sono stati molti momenti di riflessione e di discussione tra noi e con gli educatori, ci siamo posti domande che nella quotidianità raramente ci facciamo: cosa vuol dire partire? Cosa è essenziale nella vita? In che tipo di società viviamo? Cosa dà gusto alla mia vita? Cosa vuol dire amare il prossimo? È stata un’avventura divertente e soprattutto formativa, con una bellissima compagnia.. saremmo pronti a ripartire! Gruppo Giovanissimi

CAMPO GIOVANISSIMI senior … con Libera … San Sebastiano Po (TO) 7–13 agosto

Dal 7 al 13 Agosto abbiamo partecipato ad un Campo di Libera a San Sebastiano Po (To), luogo in cui è situata Cascina Caccia, bene confiscato alle mafie. Da subito ci siamo trovati a nostro agio, sia con le persone che abitano nella cascina e gli animatori, sia con l'altro gruppo, venuto come noi per contribuire ai lavori. Parlando appunto di questi, c’è da dire che nel nostro piccolo crediamo di aver contribuito tanto a ciò che è ancora un “Work in progress” nel senso che, come ogni lavoro, necessita di tempo e di molte energie. Vista la coesione generale, i lavori non sono mai stati faticosi, o almeno non così tanto, ma la vera fatica a nostro avviso è stata un’altra. Oltre ai lavori vi era il cosiddetto "momento di Formazione”, grazie al quale tutti i presenti hanno avuto modo, attraverso anche interventi di persone competenti e operative nel campo della mafia, di conoscere meglio questa grande organizzazione criminale, della quale spesso si sanno poche cose e talvolta anche sbagliate. Dal nostro punto di vista è stata quella la fatica, rifarsi un’intera idea sul grande significato dietro alla parola “mafia”. Una delle tante cose che ci ha colpito è stata il rendersi conto, come forse farete voi dopo aver letto queste brevi righe, che involontariamente la mafia la supportiamo anche noi. Già, è questa la grande notizia che abbiamo faticato a capire. "Ma come, come possiamo favorirla?”, questa è stata la domanda di tutti a seguito dell’intervento di un membro di Libera Piemonte. Ebbene sì, ogni qualvolta, magari in un bar di fretta, decidiamo di non farci fare lo scontrino o non insistiamo perchè ci venga fatto, stiamo aiutando le mafie. Dunque, è vero che le mafie sono dentro le nostre vite quotidiane, motivo per il quale è necessario debellare l’ignoranza che alimenta il loro potere, ricordandosi che ognuno nel proprio piccolo può fare qualcosa di grande. L’esperienza si è rivelata piacevole e interessante sotto molti punti di vista, e tutti noi speriamo che altri possano gustare di un’ottima compagnia presso quel luogo, di lavoro certo, ma anche di salvaguardia contro chi non vuole il bene del nostro paese, ma unicamente il suo personale. Per questo vi consigliamo di provare un’esperienza con Libera, che oltre a darvi la possibilità di contribuire ad un progetto unico, vi aiuta a sollevare il velo di ignoranza e paura dietro il quale si cela la mafia. Giacomo

CAMPO MEDIE … con Harry Potter … Vermiglio (TN) 28 agosto – 2 settembre

Dal 28 agosto al 2 settembre il gruppo medie è stato impegnato nel campo con tema Harry Potter, a Vermiglio. Harry Potter è un ragazzo che scopre di essere un mago, pertanto di avere un talento speciale. Abbiamo capito, dopo questa esperienza, che ognuno di noi nasce con un talento e passo dopo passo impara più cose del Signore, ma anche di se stesso. Alcuni nascondono i propri talenti ma con coraggio ci si può mettere in gioco facendo del bene che, a sua volta, torna indietro. Infatti abbiamo capito che i talenti bisogna condividerli per moltiplicarli. Il meraviglioso c’è ovunque ma bisogna saperlo vedere, non è presente solo nelle cose speciali ma anche nelle piccole cose, che a volte non consideriamo poiché sempre sotto ai nostri occhi e a nostra disposizione. Ma la conclusione più importante a cui siamo giunti è che il meraviglioso dobbiamo trovarlo principalmente in noi stessi. Gruppo Medie

CAMPO CRESIMA … per imparare a volare … Campeggio di Monghidoro 4-9 settembre

Per chi non lo sapesse, per “campo” intendiamo una BELLA ESPERIENZA insieme, che si inserisce nel cammino dei vostri ragazzi. È un’esperienza molto importante perché rappresenta il proseguimento della preparazione a ricevere il sacramento della Cresima. Al campo, infatti si riprendono i temi e i contenuti trattati quest’anno, e necessari per ricevere il sacramento, un’occasione per lanciare la proposta del gruppo medie dell’anno prossimo ed ancora di più un’occasione di crescita dei ragazzi da un punto di vista di autonomia personale e un aiuto a maturare nelle dinamiche di gruppo e nel servizio. La condivisione del campo è anche con 7 ragazzi della Parrocchia di San Martino insieme ai loro catechisti. Gabriela

 

 

 


Pubblichiamo il Bilancio Parrocchiale 2016

 

 

 

 

 

 


SCUOLA DI TEOLOGIA

giovedì 22 giugno incontro conclusivo:  Custodire la storia per costruire la pace 

 

Laboratorio del 30 marzo 2017 sull'Amor Laetitia  scarica il materiale


BOLLETTINO PASQUA 2017

 Il segreto del Sabato Santo Il giorno con maggiore magia di tutto l’anno liturgico è il Sabato Santo. Il giorno prima si è celebrata la morte in croce di Gesù e siamo invitati a guardare a Colui che è stato trafitto per noi e la nostra salvezza; il giorno dopo verrà annunciata la grande notizia della Resurrezione. Alleluja, il Signore è davvero risorto. Alleluja! Come possiamo vivere, quindi, quel giorno intermedio, quel giorno unico in cui la Chiesa chiede che non venga celebrata l’Eucarestia? C’è un bellissimo testo, un’antica Omelia sul Sabato santo, che ci racconta cose bellissime: Che cosa è avvenuto? Oggi sulla terra c’è grande silenzio, grande silenzio e solitudine. Grande silenzio perché il Re dorme: la terra è rimasta sbigottita e tace perché il Dio fatto carne si è addormentato e ha svegliato coloro che da secoli dormivano....

scarica il bollettino Pasqua 2017

 


 PROGRAMMA DELLA SETTIMANA


 scarica il materiale dell'incontro


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

  


I mercoledì di CINERIFLESSIONE......

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 scarica la locandina


 

 

Bollettino febbraio 2017

 

 


 

 


 

 BUON NATALE

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

Domenica 27 novembre si è svolto l’ormai tradizionale

  

mercatino dei dolcetti e liquorini fatti in casa


Ci sarà anche lo spazio dedicato ai presepi ed altri oggetti tipicamente natalizi .

Il ricavato verrà devoluto a favore delle opere missionarie in Messico (Suor Teresa Rinaldi) e della mensa dei poveri di Cuba (Padre Paolo) che la parrocchia sostiene. 

 

  


SCUOLA DI TEOLOGIA  2016-2017

scarica il programma

 

   


 Anno del Congresso Eu caristico Diocesano

13 novembre 2016 - 8 ottobre 2017

 

 

 

 

 

 

 

 

 " voi stessi date loro da mangiare"

   


 

 

 

 

 

 

 

 

 

  


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

scarica date da ricordare

 

 


 

Scarica Discorso del Papa del 10 novembre 2015

www.youtube.com/watch?v=sFcsrHLNha0 


 ESTATE RAGAZZI !

 

  

 


..abbiamo ricevuto da suor Teresa.

Carissimo don Matteo

e comunità di Ponte Ronca,

 

Grazie di cuore per la vostra offerta di Euro 1,000- per i bambini del Messico.

 La solidarietà tra cristiani  genera sempre gioia e speranza e testimonia come

 l'amore di Dio genera fraternità anche tra chi non si conosce.

 I messicani dicono “Dios vive donde los hermanos se dan las manos”

 Grazie a chi con tanta dedicazione e fedeltà continua a promuovere i mercatini

 e a tutti coloro che contribuiscono con le donazioni e con gli acquisti.

Dio vi benedica e ricompensi come solo Lui può fare e estenda queste benedizioni

a tutte le vostre famiglie.

 Con tanto affetto e riconoscenza vi auguro ogni benedica

                                                                                                  Teresa Rinaldi

  Parma, 2 giugno 2016

 


 

13 giugno 2016 h. 20.45 nel salone della parrocchia

"Cura dell'uomo, economia e mercato"

interventi di 

prof. Luigino Bruni,

Maurizio Marcheselli,

Paolo Boschini,

Marco Visentin

moderatore don Matteo Prodi.

Al termine crescentine e vino per tutti. 

scarica la locandina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

  vai al PROGRAMMA SETTIMANALE


 

FESTA DELLA FAMIGLIA 3-8 maggio 2016


    

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

venerdì 6 maggio KUNG FU PANDA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

 


 lunedì 13 giugno inizia  ESTATE RAGAZZI 2016

 avete costruzioni Lego, che non utilizzate più ?

.....sarebbero graditissime per fare un gioco a Estate Ragazzi.

 

Servono volontari per le pulizie giornaliere a Estate Ragazzi

 

Una Giornata ad Estate Ragazzi

Dalle 7.30 alle 9.00 i bambini possono essere accompagnati in parrocchia, dove troveranno ad accoglierli gli animatori.

Le attività iniziano alle 9.00

Si svolgono bans e si canta e balla l’inno di Estate Ragazzi.

Successivamente i bambini assistono ad una recita degli  animatori, la quale viene svolta quotidianamente al fine di far conoscere ai bambini in modo divertente le vicende del personaggio che li accompagnerà nel percorso di Estate Ragazzi.

In base alla parola chiave e all’insegnamento derivante dalla scenetta, si svolge il momento di preghiera.

Viene spiegato ai bambini il grande gioco della mattina e si scende nel campo.

Prima del pranzo, terminato il gioco, i bambini hanno a disposizione un momento non strutturato. Nel tempo libero i bambini sono seguiti dagli animatori.

Il pranzo si svolge in salone dalle ore 12.30 e al termine di esso i bambini hanno tempo libero sino alle 14.30

Dalle 14.30 alle 15.30 si svolgono dei laboratori dentro le aule e gli spazi della parrocchia. I bambini svolgono attività manuali e creative con l’aiuto degli animatori e di esperti esterni.

Al termine dei laboratori ci si riunisce per la merenda e la spiegazione del gioco del pomeriggio. Finito il gioco si svolge un breve momento di preghiera conclusivo della giornata.

Le attività terminano alle ore 17.00

Sino alle 17.30 i bambini sono sorvegliati dagli animatori nell’attesa che vengano ritirati dai genitori, nonni o delegati.

 


 

 

 

 


 

Il Giubileo Straordinario della Misericordia è stato indetto da papa Francesco dall’8 dicembre 2015 al 20 novembre 2016.

Giubileo è una parola che ha due radici, una ebraica e una latina.

Nella Bibbia ebraica il termine "yobel" indicava il corno dell'ariete usato come tromba per annunciare un anno eccezionale di condono dei debiti. La parola latina jubilium (dal verbo jubilare) invece, indicava il grido di gioia dei pastori nella notte di Natale. 

Il Giubileo indica un tempo di grazia speciale in cui convertirsi. Nella bolla d'indizione con cui Papa Francesco ne ha dato l'annuncio, puoi leggere: "Contemplare il mistero della misericordia è fonte di gioia, di serenità e di pace. Misericordia è la via che unisce Dio e l’uomo, perché apre il cuore alla speranza di essere amati per sempre nonostante il limite del nostro peccato”.

La Bibbia ci fa conoscere Gesù che sempre perdona e va alla ricerca di ogni pecorella sperduta e di ogni figlio lontano. La gioia della nostra fede è tutta qui: sapersi amati infinitamente e teneramente dal Padre, un Padre che è felice soprattutto quando ci perdona.

L’anno giubilare del popolo ebreo prevedeva quattro cose essenziali:

-         IL RIPOSO DELLA TERRA

-         LA LIBERAZIONE DEGLI SCHIAVI

-         LA REMISSIONE DEI DEBITI

-         IL RISCATTO DELLE PROPRIETÀ

Le disposizioni che il Signore dona al suo popolo per tramite di Mosè, sono veramente rivoluzionarie per quel tempo. Si fondavano infatti su un'idea di dignità dell'uomo sconosciuta in quel momento storico e promuovevano la giustizia e la pace oltre al diritto della terra. Tutto ricordando che Dio è creatore e liberatore del suo popolo. 


  

Nelle immagini sacre, lo sfondo ovale un po' a punta viene chiamato mandorla e ricorda che Gesù è sia uomo sia Dio.

Il blu scuro del fondo, che poi diventa più chiaro, è per dire che dal buio del peccato possiamo risalire alla luce dell'amicizia con Dio.

La figura più grande è Gesù: sulle mani e sui piedi ci sono i segni dei chiodi con cui è stato appeso alla croce. È disegnato come il Buon Pastore, che però ha sulle spalle, invece di una pecora, un uomo. È Adamo, il primo uomo, che rappresenta l'umanità intera, cioè tutti noi.

Osserva bene gli occhi: che cosa noti? Prova a contarli... Non è un errore! È stato fatto apposta per dire che Gesù è vicinissimo agli uomini, tanto che li rende capaci di guardare con il suo stesso sguardo, lo sguardo di Dio.

 

 



 

domenica 22 novembre 2015

la festa per i 20 anni della Parrocchia……..

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


  

VENT'ANNI DI PARROCCHIA. E FESTA SIA!

Nel Settembre del 1995 la Curia di Bologna comunicò che nasceva la Parrocchia di Ponte Ronca, dedicata a Maria bambina presentata al tempio. Nel Novembre dello stesso anno arrivò il primo parroco, don Mario Fini. La comunità era già viva, grazie soprattutto alla presenza pastorale delle suore del San Giuseppe. Ci troviamo, quindi, quest'anno a celebrare i venti anni di questa creatura. Per una persona sono un bel traguardo: ormai si è grandi. Per una parrocchia, forse, il discorso è diverso; in ogni caso, di tempo ne è passato tanto! In queste ricorrenze la parola da mettere al centro è gratitudine. Esiste, infatti, in virtù della collaborazione di tantissime persone, un luogo dove si annuncia il Vangelo e dove si cerca di viverlo, nelle tre traiettorie principali che una comunità cristiana deve tenere presenti: la catechesi, cioè l'annuncio, la liturgia e la carità. Questo è il minimo, ma è anche il massimo per una parrocchia. Rimane, certo, la valutazione di come queste cose vengono vissute e recepite, ma, forse, non è neppure mio compito addentrarmi in questo bilancio. Mi sembra di poter sottolineare come, per tanti, la nostra parrocchia sia una bella realtà da incontrare. Difficile che qualcuno abbia vissuto qualcosa con noi senza ricevere qualcosa. Ad esempio Estate Ragazzi, gioiosa esplosione estiva della vita parrocchiale vede da molti anni i bambini giocare felici nei nostri cortili. Più difficile è vedere persone che mettono decisamente radici nella comunità. Non è umanamente possibile piacere a tutti. Forse, una difficoltà consiste nel fatto che preferiamo ricevere piuttosto che donare. Certamente la cosa bellissima della gente di Ponte Ronca è la disponibilità; a volte, non si è tradotta in accoglienza piena. Essere accolti è difficile; è un'azione che presuppone il dono di sé da parte di chi accoglie, ma anche la pazienza di venire amati in maniera diversa da come si desidera, da parte di chi riceve il dono dell'accoglienza. Fare comunità, essere comunità significa sempre partire da incontri di diverse libertà che, nell'incontro, devono far crescere ancora di più la loro libertà. Può essere che una comunità non piaccia; possono esserci motivazioni anche profonde e corrette per questa valutazione. Non deve mai essere un motivo che parte dal desiderio di spingere le persone ad essere come io voglio. Nessuno può chiedere ad altri di vivere una vita diversa da quella che si desidera; altrimenti non si ama, ma ci si richiude reciprocamente in gabbia. In queste occasioni di festa credo sia anche bello esprimere un augurio; faccio mie alcune parole di papa Francesco: “sogno una scelta missionaria capace di trasformare ogni cosa, perché le consuetudini, gli stili, gli orari, il linguaggio e ogni struttura ecclesiale diventino un canale adeguato per l'evangelizzazione del mondo attuale, più che per l'autopreservazione” (Evangelii Gaudium 27). Significa pensare che si è chiesa, si è parrocchia per il mondo che ci circonda, per amare l'uomo che incontriamo più che per essere un gruppo che si trova bene con se stesso. Dobbiamo essere contenti perché tanti hanno trovato un posto bello per incontrare una traccia di vangelo. E' significativo, infatti, ricordare che i momenti più forti della nostra comunità sono avvenuti quando davvero il Vangelo doveva toccare la vita, come nella morte di alcuni di noi; penso a Simone, ad Ada e Laura. Occorre continuare a crescere accogliendo sempre di più i doni dell'umano, che è in noi e ci circonda, e della fede. Credo che ci sia da ringraziare; credo che ci sia anche da chiederci scusa per quello che si poteva fare e non abbiamo fatto. Io ringrazio e chiedo scusa per primo. Aiutiamoci anche a gustare il clima che si respira, a riconoscere quel soffio dello Spirito che ci può confortare e consolare. E buona festa a tutti! don Matteo

 


 

 


 


Inaugurazione dell'anno di studio 2015-2016 Scuola Formazione Teologica

giovedì 29 ottobre 2015 h. 20.30 Tavola rotonda sul tema 

LO SGUARDO AMOREVOLE DELLA CHIESA SULL'UMANO - verso il convegno nazionale di Firenze

modera il giornalista LUCA TENTORI

Interventi di

prof. PAOLO BOSCHINI

prof. PIER LUIGI CABRI

prof. MAURIZIO MARCHESELLI

prof. LUCIANO LUPPI

prof. MATTEO PRODI

scarica la locandina

 


 

 


GRUPPO CARITAS

 Il gruppo caritas della parrocchia raccoglie vestiti , libri e oggetti per i propri mercatini. Raccoglie anche cibo non deperibile per chi suona alla porta della canonica. Organizza alcuni eventi per finanziare le attenzioni missionarie della parrocchia. E’ disponibile ad ascoltare quanti ne facciano richiesta.

SABATO 7 NOVEMBRE 2015 h.09.45 il gruppo si ritroverà per una nuova programmazione delle attività. Accogliamo nuovi e generosi volontari. Per informazioni telefonare al fisso della parrocchia (con segreteria telefonica ) 051/756662. 

 


 

 

 Si raccolgono cibi non deperibili per chi suona alla porta della parrocchia....


 

 

 

 

 

  

 

 

  

PACEna - Dalla Paella alla Pace
Cena per sostenere i progetti di Operazione Colomba nelle zone di conflitto.

 

Menù: Tacos, tortillas, paella valenciana di carne, pesce e verdure, torta colomba, tè alla menta.
Per vegetariani e vegani paella ricca di verdure e tortillas senza uova (avvisare all'iscrizione)

 


domenica 1 novembre 2015 h. 20 nella nostra parrocchia 

Per prenotazioni (entro il 29 ottobre) agnelore@gmail.com tel: 3285857263

 


 

 

 sabato 26 settembre 2015 presso il Seminario Arcivescovile

CONGRESSO DEI CATECHISTI, EDUCATORI ed EVANGELIZZATORI

 


 

 Abbiamo ricevuto da suor Teresa ......

 

 

 

 


 

 

giovedì 16 luglio alle h.20.45 presentazione del libro di don Matteo sulla Costituzione.

"Una bussola per l'uomo di oggi".

Hanno dialogato con l'autore (Matteo Prodi) Giovanni Colombo ed Augusto Barbera.

Ha moderato Marco Imperato

 

 


 

 

 

e' terminata la 10.a edizione di  

ESTATE RAGAZZI 

                                           

 

 

                           

 

 

 

 

 

                                                                                                    

 

 

 

 


 

  

 

 Omelia verifica 12 giugno 2015 Solennità del sacratissimo cuore di Gesù.

 .... si potrebbe fare una serata di verifica insieme a luglio.....

Letture Osea 11 Efesini 3 Giovanni 19

 

Punti

1. Non compresero che avevo cura di loro (Os 11, 3)

2. La grazia di annunciare alle genti le impenetrabili ricchezze di Cristo (Ef 3,8)

3. per mezzo della Chiesa è ora manifestata ai Principi e alle Potestà dei cieli la multiforme sapienza di Dio (Ef 3,10)

4. rafforzati nell'uomo interiore (Ef 3, 16)

5. per essere ricolmi della pienezza di Dio (Ef 3, 19)

6. il colpo di lancia sangue e acqua (cfr. Gv 19, 34)

 

segue 

 


   

 

Lunedì 25 maggio ore 21.00 presso il salone della parrocchia

serata con il prof. VITO MANCUSO

riflessioni sul libro " Io amo" 

 

 

  scarica locandina

 


 

 Nuovo LIBRETTO DEI CANTI

per scaricare clicca qui


 

 

INTERVENTO di Suor Anna Maria durante la stazione quaresimale del 27 febbraio 2015

per scaricare clicca qui




 

   INTERVENTO DI don Matteo Prodi - CONSIGLIO COMUNALE DI ZOLA PREDOSA 28 gennaio 2015

scarica l'intervento

 

 


 

Bollettino.dicembre.2016

 

Bollettino parrocchiale di settembre 2016

scarica Bollettino Pasqua 2016 

scarica il bollettino 2016-01 

 scarica il bollettino parrocchiale DICEMBRE 2015

scarica il Bollettino Parrocchiale di novembre 2015

scarica il Bollettino Parrocchiale di settembre 2015

scarica il Bollettino Parrocchiale di marzo 2015 

scarica il Bollettino Parrocchiale di gennaio 2015 

scarica il Bollettino Parrocchiale di dicembre2014

scarica il Bollettino Parrocchiale di settembre 2014

 

 


 Si raccolgono CIBI NON DEPERIBILI da offrire ai poveri che si rivolgono in parrocchia.

Ogni domenica, chi vuole può donare cibo non deperibile che verrà portato all'altare durante l'offertorio.

Verrà poi consegnato  alle persone povere che chiedono aiuto alla parrocchia.

 


 

SALETTE

E' possibile prenotare le salette della parrocchia per feste, incontri e convegni.

Per info telefonare a Cristina3336074331 ore serali. 


 

    Accedi    Web credits